“Di quando a Idomeni e nei dintorni di PolyKastro ho incontrato, fra gli altri, una famiglia di Palestinesi.”

Lui si chiama “My Friend”. Tutti quelli che affollavano Idomeni e che affollano tutt’ora altri campi qui intorno si chiamano “my friend”.

Tutti provengono da un posto che si chiama “my friend”.

Lui vive da tre mesi, con la sua famiglia, in un’area di servizio sull’autostrada nei pressi di Polykastro.

L’area di servizio è diventata un campo profughi, le tende sovrastano le pompe di benzina e debordano dall’area, fino ai terreni intorno.

Per restare sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter.

Lui è palestinese, l’ho trovato girando fra le tende attaccate fra loro.
L’ho trovato mentre stava annaffiando poche piantine di pomodori, zucchine, fagioli, due piantine di girasoli …
Si era ricavato un microscopico orto tra una tenda e l’altra e ora lo stava curando.